I sintomi più frequenti delle emorroidi sono il sanguinamento anale, prurito accompagnato da senso di umidità al retto, dolore e bruciore. Le emorroidi si dividono in due categorie principali: emorroidi esterne ed emorroidi interne.

Sintomi delle emorrodi esterne

emorrodi esterne

Le emorroidi esterne sono solitamente semplici da identificare perché si sviluppano all’esterno dell’ano.

Generalmente appaiono come un grumo di pelle molto sensibile che fuoriesce dall’ano; possono avere un colore che va dal bruno al rosso (se infiammate) oppure al bluastro (nel caso di emorroidi trombizzate).

Le emorroidi esterne sono di solito dolorose, possono per questo rendere difficoltose anche azioni banali come il sedersi o il camminare; in casi più gravi si prova dolore anche stando sdraiati. Le dimensioni delle emorroidi esterne possono variare di molto, da alcuni millimetri fino ad arrivare, nei casi più gravi, anche a 3-4 centimetri.

Sintomi delle emorroidi interne

Diversamente da quelle esterne, le emorroidi interne sono di norma difficili da identificare, il sintomo più comune è la presenza di sangue nelle feci. Altri sintomi sono prurito anale, sensazione di corpo estraneo all’interno dell’ano, fuoriuscite di muco e dolore.

Il prurito e l’infiammazione sono dovuti ad una fuoriuscita di muco dalle emorroidi interne mentre lo stimolo ad evacuare e la sensazione di un corpo esterno sono generalmente dovuti ad un prolasso dell’emorroide interna che sollecita le terminazioni nervose.

Normalmente il dolore causato dalle emorroidi interne è lieve o assente,  ma può diventare molto forte in caso di prolasso completo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.